Accedi o registrati

Sei un nuovo utente? Registrati

Hai un account su un social network? Accedi con il profilo che preferisci


Hai un account CrazyForSport o Gioca?

U.S.D. NUOVA FRONTIERA

STORIA

L’Unione Sportiva Nuova Frontiera fu fondata nel 1964 dall’allora parroco Don Lino Magni, quale ramo sportivo del Circolo Giovanile che portava lo stesso nome.

L’inizio dell’attività nei settori calcio e pallavolo femminile, si svolse con l’affiliazione al CSI, che in quegli anni coinvolgeva parecchi oratori anche della nostra zona. Il primo presidente fu Gianni Mandelli al quale nel corso degli anni si sono susseguiti prima Luigi Nolli ed ora Antonio Perego. Per quanto riguarda il calcio, il primo allenatore fu Ireneo Belloni; si iniziò con i campionati a 7 e con la categoria “amatori”, ma nel corso degli anni si aggiunsero anche squadre giovanili. Negli anni sessanta e settanta la partecipazione a questa attività era molto sentita, non solo da chi svolgeva l’attività, ma anche dagli spettatori che seguivano la squadra anche durante le trasferte.

Il primo tifoso restava comunque Don Lino, che durante la settimana oltre a tutti gli impegni della parrocchia si era accollato anche l’onere di sbrigare eventuali pratiche presso il CSI e la domenica partecipava ed incitava la squadra dai bordi del campo. Per coloro che hanno giocato o visto da fuori, si ricordano ancora con piacere gli epici incontri con la squadra del Precotto (Milano), che alcune volte, visto il valore delle due contendenti, portavano gli incontri a surriscaldarsi al punto tale, da finire con qualche rissa. L’attività a 7 sempre con il CSI, continuò fino all’anno 1975 quando una grande formazione dell’U.S. Nuova Frontiera, riuscì ad aggiudicarsi il titolo provinciale e successivamente sui campi di Seregno e Lurago d’Erba, contro le rappresentative delle altre province, si fregiò anche del titolo regionale.

 La formazione era composta da:

Gargantini Paolo – Brambilla Pierfranco  – Perego Antonio – Balconi Arturo – Fossati Enzo – Corno Giorgio – Passoni Marino

 Furono quelle vittorie la scintilla che spinse la Società a pensare di passare ai Campionati a 11 sempre affiliati al CSI.Alla conduzione delle squadre si alternarono Mandelli Luigi, Pagliari Romano, Colombo Angelo, Vimercati Davide.

Durante questi campionati sulla nostra strada ci fu una nuova antagonista, la Stella Azzura di Cinisello, con la quale gli incontri assumevano un elevato spessore tecnico e richiamavano anche un grande pubblico.

Nel 1980, essendo diventate le trasferte dei campionati CSI fisse a Milano o in Brianza, si decise di passare alla FIGC alla quale avevano ormai aderito quasi tutti i paesi limitrofi, avendo così dei benefici, anche dal punto di vista delle trasferte, per i ragazzi non autonomi con i mezzi di trasporto. Nel rispetto delle norme FIGC fummo costretti a cambiare la posizione del campo, dovendo disporre attorno a questo la recinzione.

A questo punto emerse forse quella che per molti anni fu la caratteristica principale della nostra Società  il lavoro di gruppo; in breve tempo, cercando in tutti i modi di contenere le spese, con l’aiuto di diverse persone in funzione delle necessità, venne allestito un bellissimo campo a 11, che ancor oggi, pur se usato diversamente, sotto diversi aspetti resta migliore di quello comunale utilizzato.

Negli anni successivi si cercò di migliorare la struttura, predisponendo un impianto di illuminazione che consentisse di usare il campo  per allenamenti e partite anche di sera e poi anche di una tribuna.Nel primo campionato di 3° Categoria, ci classificammo al secondo posto dietro alla Cornatese, però per motivi economici, non inoltrammo richiesta di passaggio in Seconda Categoria, lasciando il posto al Masate.

I NOSTRI SPONSOR